Sabot o distributore di carte per casino

sabot distributore carteSabot: un bell’accessorio da collezione.

I collezionisti di sabot possono contare su un mercato molto fiorente di questi oggetti, sia nuovi che antichi. I luoghi virtuali dove andare a cercare i sabot sono Amazon, ebay, kijiji, in-vendita.it. Anche noi abbiamo fatto qualche ricerca e siamo rimasti molto stupiti dalla quantità e qualità di sabot in offerta online.

I sabot più antichi sono sempre in legno pregiato: mogano, radica o addirittura rovere (in questo caso provengono quasi con certezza dalla Gran Bretagna), ed hanno la parte superiore in metallo. Chi invece preferisce collezionare sabot contemporanei si troverà davanti una scelta infinita di pezzi: in acrilico, in cristallo, in plastica, in metallo, con mischia carte incorporano o non.

Noi vi consigliamo di rivolgervi ai sabot più antichi, prima di tutto perché è innegabile il fascino di un oggetto che è stato al centro di tante partite e sfide e poi perché il sabot è un oggetto che ha avuto poche modifiche nel corso dei secoli, a parte il materiale. Un sabot antico, o almeno vintage, si può utilizzare perfettamente anche oggi e darà un tocco di classe al vostro tavolo.

Un po’ di storia del sabot

Ma dove nasce il sabot? E perché è stato introdotto? Il sabot per il baccarat si è sempre utilizzato, più o meno nelle forme che anche oggi conosciamo. E’ a Cuba negli anni ’50, prima della rivoluzione di Castro, che il sabot è stato introdotto per la prima volta anche per il blackjack. Il motivo è semplice: i mazzieri, che fino ad allora maneggiavano un solo mazzo alla volta, avevano l’abitudine di favorire i giocatori in cambio di mance; inoltre era molto facile, con una mazzo solo, contare le carte da parte dei giocatori più esperti. Per contrastare il fenomeno, che costava perdite importanti ai casino cubani, si decise di introdurre il sabot. In questo modo si poteva giocare con un numero molto maggiore di mazzi, inoltre il mazziere non poteva più dirigere il gioco a suo piacimento e nemmeno poteva il giocatore contare le carte. I sabot inizialmente contenevano quattro mazzi di carte, che poi sono diventati addirittura otto in tempi più vicini a noi.

Caratteristiche del sabot

Come abbiamo già detto, mentre i sabot antichi da collezione sono di legno, quelli moderni possono essere di molti materiali. Nei retro, o sul fianco di sabot più datati, spesso si trova la targa in metallo o avorio con le indicazioni della casa costruttrice e il riassunto delle regole per giocare a baccarat; visto che i sabot nascono e vengono inizialmente utilizzati solo per il baccarat, che si gioca con più mazzi da sempre. Eccezionalmente online si trovano, per la gioia dei collezionisti, anche sabot in legno provenienti da veri casinò; sono rari, ma tenendo monitorato il mercato, oppure contattando direttamente qualche appassionato collezionista che inserziona online oggetti da casino, si possono scovare. Infine sabot vecchi e nuovi di ottima qualità sono prodotti sia da Modiano che da Dal Negro, eccellenze sul nostro territorio, che da secoli producono carte, sabot e oggetti per il gioco delle carte. A quanto sembra però la marca più prestigiosa di sabot è la francese Le Banquier.